Articoli

Zecchino d'oro

Lo Zecchino d’Oro, la più longeva e amata kermesse dedicata alla musica per i bambini, torna per quattro settimane su Rai 1. La manifestazione, giunta quest’anno alla 61ª edizione, in passato è stata organizzata per molti anni con la collaborazione di Federico Motta Editore. Per l’occasione, scopriamo qualche curiosità su questo evento che ha fatto la storia della televisione italiana.

Il libro dedicato allo Zecchino, pubblicato in occasione del "refrendum"

Il libro dedicato allo Zecchino d’Oro, pubblicato in occasione del “referendum”

Continua a leggere

Federico Motta Editore ha concordato

Tra le personalità che, a vario titolo, hanno avuto una parte nella storia della casa editrice c’è padre Berardo Ferdinando Rossi, che negli anni Sessanta con la Federico Motta Editore ha concordato una collaborazione per l’organizzazione dello Zecchino d’Oro, da sempre la principale manifestazione di musica per bambini in Italia.

Federico Motta Editore ha concordato

Veduta aerea dello studio dove si svolgeva lo Zecchino d’Oro. Negli anni Sessanta padre Bernardo Rossi, direttore dell’Antoniano, con Federico Motta Editore ha concordato una collaborazione per organizzare la kermesse canora

Continua a leggere

Virginio e Anselmo Motta con Barbara Ferigo, che nel 1968 cantava la canzone vincitrice Quarantaquattro gatti.

Nella storia della Federico Motta Editore, un momento importante è stata la collaborazione con l’Antoniano di Bologna per l’organizzazione dello Zecchino d’Oro. A partire dagli anni Sessanta, la Motta Editore ha sponsorizzato varie edizioni della più importante manifestazione canora per bambini in Italia.

Virginio e Anselmo Motta con Barbara Ferigo, che nel 1968 cantava la canzone vincitrice Quarantaquattro gatti.

Virginio e Anselmo Motta con Barbara Ferigo, che nel 1968 cantava la canzone vincitrice Quarantaquattro gatti.

Continua a leggere

Motta insieme al Ministro dei beni culturali

Per la Federico Motta Editore lavoro duro e passione per l’editoria sono stati alla base della crescita dell’azienda negli anni Cinquanta. Il decennio successivo si apre con un passaggio di consegne: Federico lascia la conduzione della casa editrice ai figli Anselmo e Virginio. L’Enciclopedia Motta è sempre più presente nelle case degli italiani e la Motta Editore partecipa a importanti eventi.

Virginio Motta con il ministro Carlo Ripamonti

Virginio Motta con l’allora ministro Camillo Ripamonti

Continua a leggere