Olimpiadi invernali

Si è aperta il 9 febbraio 2018 la 25° edizione delle Olimpiadi invernali, che si svolgono a Pyeongchang, in Corea del Sud. Nati in Grecia oltre 2700 anni fa, i Giochi olimpici sono poi tornati a essere, nell’età moderna, un grande evento sportivo carico di significati. Alle Olimpiadi invernali ed estive Federico Motta Editore ha dedicato nel 1992, Il grande libro delle Olimpiadi, un elegante volume ricco di statistiche, curiosità e contenuti multimediali.

Olimpiadi invernali

Un logo usato per le Olimpiadi invernali

Le Olimpiadi tra antico e moderno

La nascita delle Olimpiadi risale all’antica Grecia: secondo le fonti furono istituite da Ifito, re di Elide, nel 776 a.C. Si tennero per 1170 anni, e l’ultima edizione fu disputata nel 393 d.C. Le gare si svolgevano a Olimpia, si tenevano ogni quattro anni e duravano sette giorni. Per l’occasione ogni guerra era sospesa e il confronto tra gli individui si spostava sul piano sportivo. La pratica delle Olimpiadi andò persa dopo l’antichità, ma fu ripresa alla fine dell’Ottocento su impulso del barone francese Pierre de Coubertin. I primi Giochi estivi dell’era moderna si tennero ad Atene nel 1896, mentre per le prime Olimpiadi invernali bisogna aspettare Londra 1908. Riprendendo idealmente l’eredità della Grecia antica, con i Giochi olimpici vogliono lo sport entra a pieno titolo nel tessuto profondo di ogni Paese e di ogni civiltà.

Il grande libro delle Olimpiadi

Nel 1992, in occasione delle Olimpiadi di Barcellona, Federico Motta Editore pubblicò Il grande libro delle Olimpiadi. Un elegante volume rilegato, come nella tradizione della casa editrice, ricco di statistiche, informazioni e curiosità sulle Olimpiadi invernali ed estive. E, a completare l’opera, non poteva mancare la sua espansione multimediale! Il grande libro delle Olimpiadi era infatti accompagnato da un cofanetto per l’Archivio informatico, contenente quattro floppy disk. Tre di questi erano dedicati a classifiche e primati. Il quarto proponeva invece Sfida olimpica, un gioco a quiz con più di mille domande, per sfidarsi sulla conoscenza delle Olimpiadi.

Qualche curiosità sulle Olimpiadi invernali

Forse è per la neve, forse perché gare si svolgono in montagna: certo è che le Olimpiadi invernali hanno un fascino speciale. Vediamo quindi alcune curiosità. Per esempio, sapevate che nel medagliere dei Giochi invernali la nazione con più medaglie è la Norvegia? Ne ha vinte 329, di cui 118 ori, 11 argenti e 100 bronzi. E c’è anche chi è riuscito ad aggiudicarsi una medaglia sia alle Olimpiadi invernali sia a quelle estive nello stesso anno. Stiamo parlando di Christa Luding, un’atleta tedesca che è riuscita a conquistare prima un oro e un argento a Calgary 1988 nel pattinaggio di velocità, e poi, dopo pochi mesi, un altro argento a Seul, questa volta nel ciclismo su pista.