Che cosa ci ha lasciato l’arte del Novecento? Sicuramente grandi capolavori, che abbiamo imparato ad apprezzare grazie anche all’instancabile lavoro di critici e galleristi come Philippe Daverio, recentemente scomparso. Anche Federico Motta Editore ha fatto in questo la sua parte, sponsorizzando mostre d’arte, tra cui quelle dedicate a Mike Goldwater e Douglas Kirkland. Inoltre, negli anni Novanta l’editore ha collaborato con Arnaldo Pomodoro, che realizzò la scultura Messaggio per il Premio Giornalistico “Obiettivo Europa”.

philippe daverio

Arnaldo Pomodoro, artista italiano che ha realizzato per Motta Editore i premi di “Obiettivo Europa”

Federico Motta e le mostre d’arte

In questa settimana è stato ricordato il lavoro di Philippe Daverio come gallerista e divulgatore, esperto soprattutto di arte del Novecento. Anche Federico Motta Editore, per altro verso, nel primo decennio del nuovo millennio si impegnò, tra le altre attività, nell’organizzazione di mostre dedicate all’arte contemporanea. Molto importante è stata per esempio la mostra “Acqua”, dedicata all’opera di Mike Goldwater, uno dei più interessanti fotografi contemporanei. Nelle sue opere la protagonista indiscussa è l’acqua, portatrice di vita ma anche di distruzione. Attraverso il suo obiettivo, Goldwater ha osservato e immortalato la varia umanità che ruota attorno all’universo dell’acqua. E, grazie al lavoro di Motta Editore, le opinioni e il punto di vista di uno dei maggiori fotografi contemporanei hanno preso forma in un catalogo specifico dedicato alla mostra. Questo, pubblicato sempre da Federico Motta Editore, aveva un’introduzione scritta da Enzo Biagi.

Nel 1961 il fotografo Douglas Kirkland fu invece inviato dalla rivista «Look Magazine» a realizzare un reportage fotografico su Marilyn Monroe. La diva stava attraversando forse il momento più drammatico della sua esistenza. Le foto di Kirkland sono tra le più affascinanti dell’attrice statunitense, e testimoniano il suo lato più umano e fragile. La mostra e il suo catalogo rappresentano un emozionante ricordo di quei giorni e del rapporto instauratosi tra Marylin e il fotografo.

Arnaldo Pomodoro

Non possiamo però dimenticare anche la collaborazione tra Federico Motta Editore e Arnaldo Pomodoro, che negli anni Novanta realizzò Messaggio, realizzato per il Premio giornalistico “Obiettivo Europa”. L’artista romagnolo è autore di una scultura monumentale che si basa su solidi geometrici. Sono forme scavate all’interno, così da ottenere effetti di luce che evidenziano il rapporto tra le diverse parti dell’opera. Opere d’arte astratta che esprimono un’intima partecipazione allo sviluppo della tecnologia moderna.