Cristiano Ronaldo

Il calcio, si sa, è lo sport nazionale in Italia, e il Campionato di Serie A è uno degli appuntamenti più seguiti nel nostro paese. Anche Federico Motta fu da sempre appassionato di questo sport, e molte opere della casa editrice da lui fondata hanno a che fare con il calcio. Una curiosità? Federico Motta fu tra i primi a lanciare un’attività che nei decenni successivi avrebbe avuto grande fortuna: le figurine collezionabili dei calciatori

Il primo album di figurine sul calcio

Il 1929 fu un anno importante: nacque infatti la Cliché Motta, con sede in via Paolo Sarpi, che negli anni Quaranta sarebbe diventata la Federico Motta Editore. Fin da subito la nuova società, sotto l’insegna del torcoliere, si fece conoscere per la sua qualità tipografica. La Cliché Motta fu infatti tra le prime in Italia a stampare a colori. Tra le prime opere stampate c’erano fumetti e… figurine collezionabili dei calciatori. Era un periodo particolare per il calcio italiano, poiché il Campionato di Serie A in quel periodo modificò il suo regolamento e adottò l’organizzazione a gironi di andata e ritorno che mantiene ancora oggi. Spesso e volentieri era Motta in persona che si metteva dietro la macchina fotografica a ritrarre i giocatori.

Una delle prime figurine di calciatori, stampate dalla Cliché Motta

Una delle prime figurine di calciatori, stampate dalla Cliché Motta

Le opere sul Campionato di Serie A e sullo sport

Ma le figurine non sono l’unico prodotto che Federico Motta Editore ha dedicato al mondo del calcio e dello sport nel corso della sua lunga storia. Il più importante è il volume dedicato alle Olimpiadi e pubblicato negli anni Novanta; era corredato da un set di floppy disk e di Tavole Transvision. Ma non si possono dimenticare le sezioni dedicate alle statistiche del calcio consultabili nei Decenni di storia contemporanea, un prezioso repertorio di dati e informazioni per chi si interessa alla storia del calcio.