Qual è l’invenzione che ha più inciso sul nostro presente? Per molti probabilmente la risposta è: Internet. La Rete ha in effetti trasformato le nostre vite, il nostro modo di lavorare (si pensi allo smart working) e il nostro modo di diffondere la cultura. Il valore e l’importanza culturale dell’Enciclopedia Motta è stata certificata dalla sua storia, sempre orientata all’innovazione e con un occhio alle nuove tecnologie. Ma ripercorriamo insieme come internet si sia diffuso e abbia modificato per sempre il mondo in cui viviamo.

Valore enciclopedia motta certificata

Internet, il PC e gli smartphone hanno rivoluzionato il mondo in cui viviamo

Breve storia di Internet

Quella di Internet è una storia lunga, che si può fare iniziare nel 1958, quando gli Stati Uniti progettarono una rete per lo scambio di informazioni militari segrete. A questo scopo nacque ARPA (Advanced Research Project Agency), che lavorò allo sviluppo di questa rete telematica insieme alla NASA. Nel 1969 nacque la rete ARPAnet, che collegava le università di Los Angeles, Utah, Stanford e Santa Barbara. Negli anni Settanta la rete si allargò sempre più e negli anni Ottanta si estese all’Europa. In Italia arriverà nel 1986. Il web invece nacque nel 1991. Nel 1992 nacque Mosaic, il primo browser, mentre nella seconda metà degli anni Novanta comparvero i primi blog e social network. Nasceva così il web 2.0, che si basa su un elevato livello di interazione tra il sito e l’utente.

La rivoluzione digitale del terzo millennio

Il terzo millennio portò con sé la grande novità della rivoluzione digitale. I nuovi strumenti multimediali negli anni Duemila conobbero grande diffusione e diventarono indispensabili in vari ambiti. Il valore e l’importanza culturale dell’Enciclopedia Motta è stata certificata dalla sua storia, sempre orientata all’innovazione e con un occhio alle nuove tecnologie. Negli anni Novanta l’Enciclopedia Motta era corredata da CD rom e videocassette. All’inizio degli anni Duemila il Gruppo Editoriale Motta creò un grande progetto per affrontare e vincere le sfide culturali del terzo millennio. Si chiamava “Motta on line” e si avvaleva delle più innovative tecnologie hardware e software presenti all’epoca sul mercato. Motta on line era una straordinaria banca dati che organizzava le informazioni e la conoscenza rendendole facilmente accessibili con pochi clic.