"I decenni di storia contemporanea" e il Sonobox

Da sempre attenta all’innovazione, Federico Motta Editore negli anni Ottanta propone, a corredo dei Decenni di Storia Contemporanea, dei documenti sonori ascoltabili con il sistema Sonobox. Si tratta del primo passo di un cammino che troverà compimento negli anni Novanta. Nel decennio successivo il valore dell’Enciclopedia Motta aumenterà quando diventerà la prima enciclopedia multimediale sul mercato italiano.

"I decenni di storia contemporanea" e il Sonobox

Negli anni Ottanta escono i Decenni di Storia Contemporanea, con una forte innovazione: il Sonobox

Un occhio all’innovazione

Fin da quando mosse i suoi primi passi, Federico Motta Editore ha sempre avuto una particolare attenzione per l’innovazione applicata all’editoria. È questo uno degli elementi che ha contribuito al valore dell’Enciclopedia Motta. Negli anni Ottanta la casa editrice si ampia e arricchisce il suo catalogo di nuove e prestigiose opere. Rimane sempre viva l’esigenza di percorrere strade innovative, per offrire un prodotto all’avanguardia e di alto livello.

Fare ordine nella storia recente

L’opera più importante pubblicata dalla Federico Motta Editore negli anni Ottanta sono i Decenni di Storia Contemporanea, un’importante integrazione che aumenta il valore dell’Enciclopedia Motta. Costituita da cinque volumi, l’opera ripercorre i cinquanta anni di storia che si sono appena conclusi, soffermandosi sui principali eventi che hanno segnato questo mezzo secolo. Punta l’attenzione su fatti curiosi e sui singoli episodi che hanno modificato la nostra vita. E a completare il tutto, Motta Editore propone anche una selezione di documenti sonori, una vera innovazione per il periodo.

Testi e parole

I Decenni di Storia Contemporanea, infatti, non si limitano ai soli volumi cartacei. Anticipando per certi versi quello che sarebbe avvenuto nell’editoria circa venti anni dopo, Motta Editore accompagna i testi con una raccolta di documenti audio, che rappresentano un eccezionale complemento all’opera. Per ascoltarli bisognava utilizzare il sistema Sonobox. Di che cosa si trattava? Era un piccolo strumento che permetteva di ascoltare registrazioni attraverso speciali pagine inserite nei volumi. Queste dovevano essere messe sotto il dispositivo, che le avrebbe riprodotto il suono corrispondente. Le pagine speciali erano 192, per un totale di 12 ore di ascolto. Come riconoscimento per l’impegno e l’attenzione verso la tecnologia, Federico Motta Editore riceverà il Premio Letterario dell’Innovazione.

1 commento

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] un eccezionale complemento all’opera. Per ascoltarli bisognava utilizzare il sistema Sonobox. Di che cosa si trattava? Era un piccolo strumento che permetteva di ascoltare registrazioni […]

I commenti sono chiusi.