amazzonia

Perché è così importante l’Amazzonia? Quante sono le specie viventi che abitano sul nostro pianeta? Perché è fondamentale preservarle? E che cosa sappiamo sulle specie animali e vegetali che abitano vicino a noi, nella nostra regione, nei nostri fiumi o sulle nostre montagne? Per scoprire e imparare di più sulla natura che ci circonda, Federico Motta Editore pubblicò una prestigiosa opera, l’Enciclopedia di Scienze naturali, che ebbe anche un testimonial molto particolare.

Dall’Amazzonia agli abissi oceanici, la natura e i suoi segreti

Che cosa sappiamo sulla natura e sulle specie viventi del nostro pianeta? In realtà molto poco. Ogni giorno gli scienziati scoprono infatti nuove specie fino a quel momento sconosciute; purtroppo però si tratta di specie rare, che quasi subito vengono inserite nella lista degli animali a rischio estinzione. In pochi per esempio conoscono i tardigradi: piccolissimi invertebrati con una grande capacità di adattamento. Ne sono stati trovati esemplari su tutto il pianeta, compresi l’Antartide e gli abissi oceanici. E per scoprire come se la sarebbero cavata, alcuni tardigradi sono stati mandati anche sulla Luna… Il mondo che ci circonda è meraviglioso ma anche molto fragile, come dimostra quanto sta succedendo in questi giorni in Amazzonia. Gli incendi, che da settimane stanno devastando grandi porzioni di foresta tropicale, stanno distruggendo l’habitat di molti animali e piante. Si stima infatti che in Amazzonia viva circa un decimo delle specie viventi della Terra: si capisce quindi che enorme perdita il nostro pianeta sta subendo.

L’Enciclopedia di Scienze naturali

L’Enciclopedia di Scienze naturali pubblicata da Federico Motta Editore è un’opera in sei volumi. I primi tre sono dedicati agli animali e all’uomo, il quarto approfondisce la geosfera e gli ultimi due trattano specificamente del mondo delle piante. Si tratta di un’opera di grande prestigio, che all’epoca ebbe anche un testimonial d’eccezione: Angelo Lombardi, l’amico degli animali. Tra gli anni Cinquanta e Sessanta, Lombardi divenne un volto noto della TV italiana grazie a una popolare trasmissione dedicata al mondo degli animali. Fu uno dei primi divulgatori scientifici in Italia e con il suo fortunato programma ha fatto conoscere al pubblico televisivo il mondo degli animali, spiegando le caratteristiche e le abitudini degli esemplari che mostrava in studio. Un’attività di divulgazione scientifica a cui contribuì anche Federico Motta Editore con le sue opere enciclopediche.