Si avvicina il giorno del calcio d’inizio di Russia 2018. Per la prima volta il campionato del mondo di calcio approda a Mosca, su cui sarà puntata l’attenzione dei tifosi di tutto il pianeta. Purtroppo la Nazionale italiana non sarà presente, però gli appassionati di calcio potranno consolarsi vedendo sul campo alcuni dei più grandi campioni oggi in attività. Da sempre Federico Motta Editore ha prestato grande attenzione al mondo del calcio, tanto da essere tra i primi editori italiani a pubblicare figurine dedicate a questo sport. Alla storia dei mondiali è inoltre dedicato ampio spazio sui Decenni di storia contemporanea.

Russia 2018

Il calcio d’inizio di Russia 2018 verrà dato il 14 giugno

Verso Russia 2018

Il Campionato mondiale di Russia 2018 si aprirà ufficialmente il 17 giugno, con la partita inaugurale Russia-Arabia Saudita, che si terrà a Mosca alle 18 ora locale. Sarà un mondiale diverso rispetto ai precedenti, almeno per noi italiani: per la prima volta dal 1958, la nostra Nazionale non parteciperà al Campionato mondiale. L’Italia però non è l’unica esclusa eccellente. Altre Nazionali “celebri” sono rimaste fuori da Russia 2018, come i Paesi Bassi e gli Stati Uniti. La Germania, campione in carica, dovrà difendere il titolo da squadre agguerrite. Tra queste sono considerate favorite la Spagna, l’Argentina e la Francia. Per sapere chi la spunterà bisognerà aspettare la finale, che si disputerà domenica 15 luglio a Mosca.

Mondiali di calcio: una storia lunga 88 anni

Quello di Russia 2018 è  il 21° campionato del mondo di calcio nella storia della FIFA, l’organizzazione che riunisce tutte le federazioni calcistiche del mondo. L’idea di disputare un campionato mondiale risale al 1929, quando il presidente della FIFA era il francese Jules Rimet. La prima edizione si tenne quindi nel 1930 in Uruguay e fu vinta dai padroni di casa. Da allora molte altre Nazionali hanno alzato al cielo l’ambito trofeo, e tutte le statistiche si possono trovare sui Decenni di Federico Motta Editore. Il record appartiene al Brasile con 5 vittorie. Al secondo posto, con 4 successi ciascuna, ci sono l’Italia e la Germania (3 come Germania Ovest e 1 come Germania). Un’ultima curiosità: solo un allenatore è riuscito a vincere due edizioni consecutive, ed era un italiano. L’impresa è riuscita infatti a Vittorio Pozzo, commissario tecnico dell’Italia ai mondiali di Italia 1934 e Francia 1938.