Il fumetto arrivò in Italia agli inizi del Novecento, conquistando fette di pubblico crescenti, soprattutto tra i più giovani. Tra i primi autori di successo ci fu Carlo Cossio, autore di Dick Fulmine. Pubblicata dalla Cliché Motta, da cui poi sarebbe nata la Federico Motta Editore, la striscia di Dick Fulmine diede grande popolarità al suo autore. Ma Carlo Cossio è ricordato anche per altri personaggi, tra cui Cilcone e Buffalo Bill.

Federico Motta Editore la striscia

Anni Trenta: Federico Motta Editore e i fumetti con Dick Fulmine a 15 lire!

La formazione

Carlo Cossio nasce a Udine il 9 gennaio 1907. Iniziò giovanissimo ad avvicinarsi al mondo dell’arte. A undici anni fu allievo di due pittori della città natale, specializzati nelle decorazioni di chiese. Trasferitosi a Milano nella metà degli anni Venti, diede vita al gruppo artistico Bohemien e frequentò la Scuola superiore di Arte applicata all’industria. Nel 1928 pubblicò sulla rivista «Balillino» il suo primo albo a fumetti. Nella prima metà degli anni Trenta fu tra i pionieri dell’animazione in Italia. Nel 1931 seguì a Parigi un corso di tecnica cinematografia, quindi nel 1933 fu direttore tecnico della Milionfilm di Milano, specializzata in disegni animati.

Cossio, Federico Motta Editore e la striscia Dick Fulmine

A partire dal 1934 Cossio si dedicò esclusivamente al fumetto. Il suo maggiore successo di quegli anni fu Dick Fulmine, stampato da Cliché Motta. Dalla futura Federico Motta Editore la striscia è venduta a 15 lire. Si tratta di un fumetto poliziesco ispirato ai gialli provenienti dagli Stati Uniti, che proprio per questo motivo incappò nelle maglie della censura fascista. Su pressione dello stesso Mussolini, l’editore fu costretto a cambiare la fisionomia del personaggio, e in seguito a un incidente il protagonista assunse fattezze che rispettavano i canoni estetici imposti dal regime. Il fumetto conobbe un clamoroso successo, tanto da avere anche uno spin off: Zambo, uno dei nemici di Dick Fulmine, diventò protagonista di una nuova serie.

Gli altri personaggi

Cossio disegnò Dick Fulmine dal 1938 fino al 1955. Ma non era l’unico personaggio a cui lavorava. Dalla sua fantasia nacquero Furio Almirante (1940), Ciclone (1945) e Tank (1946). Nel 1950 creò Buffalo Bill, un fumetto western a cui si dedicò fino agli ultimi giorni della sua vita, tanto da lasciare incompiuto l’ultimo albo. Carlo Cossio morì a Milano il 10 agosto 1964.