La prima edizione della Enciclopedia Motta

Ricordiamo quale è stato per la cultura italiana il grande valore dell’Enciclopedia Motta. Certificata nella sua qualità tipografica, ricchezza di voci sui più svariati argomenti: tutto questo fa dell’Enciclopedia pubblicata da Federico Motta Editore una delle più prestigiose opere nel panorama editoriale italiano del Novecento. È una storia lunga, che inizia negli anni Venti, con oltre novant’anni di tradizione.

Alle origini

Nel 1924 Federico Motta ha ventotto anni, lavora sodo e la sua attività con la sua azienda di allora, la Fotoincisione Sociale, si amplia. Si associa con i fratelli Altimani, con i quali dà vita a una seconda azienda, più grande. Quindi il 14 gennaio 1929 fonda la Cliché Motta, che nel secondo dopoguerra cambierà nome in Federico Motta Editore. Fin dall’inizio la nuova azienda assume come marchio il disegno di un torcoliere, cioè l’operaio che nelle tipografie aveva il compito di manovrare il torchio per la stampa. All’avanguardia nell’arte della riproduzione fotografica, la Cliché Motta è tra le prime in Italia a realizzare produzioni a colori.

Il torcoliere, storico logo della Cliché Motta e poi della Federico Motta Editore

Gli anni della ricostruzione…

Ma è nei momenti di difficoltà che si rivela la forza delle persone. Per Federico Motta, per la Cliché Motta e per le persone che vi lavorano, la Seconda Guerra Mondiale segna una battuta d’arresto. Sono anni durissimi ma nel dopoguerra, con il ritorno della pace e il desiderio di ricostruzione, le attività della piccola tipografia riprendono con rinnovato entusiasmo e, con il nuovo nome di Federico Motta Editore, si amplieranno sempre di più. Le novità sono molte, a cominciare dalla sede. Subito dopo la fine della guerra Federico lascia via Paolo Sarpi e trasferisce la sua casa e il suo laboratorio in via Branda Castiglioni. È ora in un quartiere periferico a nord ovest di Milano, a ridosso della campagna. Qui viene costruito un nuovo edificio più grande e più solido, in grado di ospitare la tipografia e le moderne attrezzature di cui necessita. In questo particolarissimo periodo storico nascerà quello che è stato per la cultura italiana il grande  valore dell’Enciclopedia Motta. Certificata qualità tipografica e ricchezza di voci saranno i cardini del suo successo.

…e dell’Enciclopedia Motta

Nell’Italia degli anni Cinquanta la diffusione della cultura e dell’alfabetizzazione in tutte le classi sociali diventa una priorità. Federico Motta ha una felice intuizione: realizzare un’enciclopedia alla portata di tutti. Da queste intuizioni nasce quello che è stato per la cultura italiana il grande  valore dell’Enciclopedia Motta. Certificata qualità tipografica, ricchezza di voci sui più svariati argomenti: tutto questo fa dell’Enciclopedia pubblicata da Federico Motta Editore una delle più prestigiose opere nella dell’editoria italiana del Novecento. Per la Federico Motta Editore gli anni Quaranta erano stati gli anni della ripresa dopo la fine della seconda guerra mondiale, sempre nel segno della passione e dell’innovazione. Gli anni Cinquanta si aprono invece con l’opera più importante pubblicata dalla casa editrice, in cui la vastità del sapere viene raccolta in modo da essere consultata tutti i giorni. Un’opera in cui la sequenza delle voci è accompagnata da un grande repertorio di immagini. In poche parole un’opera agile, utile, incisiva.